Pipa

Miglior Pipa 2018

La pipa più venduta in Italia

Miglior Pipa 2018

La pipa più venduta in Italia

Pipa

Le Migliori Pipe Online

Stai cercando una pipa per fumare con classe ? Pipe di diversi tipi di legno, di metallo, comunque le vuoi, su www.LiquidBlaze.it  ce le abbiamo ! Guarda l’offerta sotto e trova la pipa per te !

A.P. Donovan

A.P. Donovan

Savinelli Universy

Savinelli Universy

Rusty Bob 40cm

Rusty Bob 40cm

Watson & G.G. - stile Dublino

Watson & G.G. – stile Dublino

Chenguibao

Chenguibao

Watson & G.G. Maigret

Watson & G.G. Maigret

Joyoldelf Maigret

Joyoldelf Maigret

LUWANZ

LUWANZ

Watson&G.G. Hobbit

Watson&G.G. Hobbit

Original Corncob

Original Corncob

AKUNSZ Set di Legno Ebano

AKUNSZ Set di Legno Ebano

Watson&G.G. Bulldog

Watson&G.G. Bulldog

Pipa della Contea

Pipa della Contea

Noble Collection NN1233

Noble Collection NN1233

The Bulldog Amsterdam

The Bulldog Amsterdam

Savinelli Trevi

Savinelli Trevi

Watson & G.G. Piccolo Tabacco

Watson & G.G. Piccolo Tabacco

Lady-Blues

Lady-Blues

Minuto Savinelli

Minuto Savinelli

Paronelli Spinnline

Paronelli Spinnline

Una pipa da tabacco, spesso chiamata semplicemente pipa, è un dispositivo appositamente creato per fumare tabacco. Comprende una camera (la ciotola) per il tabacco da cui emerge un gambo cavo sottile che termina in un boccaglio (la punta). Le pipe possono essere da semplici modelli fatti a macchina a pregiati utensili artigianali fatti a mano da rinomati pipemaker, che sono spesso oggetti da collezione molto costosi. Fumare la pipa è la più antica forma tradizionale di tabagismo.

Storia

Pipe di vario tipo sono state usate fin dall’antichità. Erodoto descrisse gli Sciti che inalavano i fumi delle foglie bruciate nel 500 a.C.

Alcune culture native americane fumano tabacco in pipe cerimoniali, e lo hanno fatto da molto prima dell’arrivo degli europei. Ad esempio, i Lakota usano una pipa cerimoniale chiamata čhaŋnúŋpa. Altre culture indiane americane fumano tabacco socialmente. La pianta del tabacco è originaria del Sud America ma si diffuse nel Nord America molto prima che arrivassero gli europei. Il tabacco fu introdotto in Europa dalle Americhe nel XVI secolo e si diffuse rapidamente in tutto il mondo.

Dato che il tabacco non fu introdotto nel Vecchio Mondo fino al 16 ° secolo , le pipe più vecchie al di fuori delle Americhe erano solitamente usate per fumare hashish, una sostanza rara e costosa fuori dalle aree del Medio Oriente, dell’Asia centrale e dell’India, dove è stato ai tempi prodotto.

Come funziona

La funzione fondamentale è quella di fornire un volume relativamente sicuro e manipolabile in cui bruciare in modo incompleto tabacco (e / o altre sostanze fumogene) mentre consente al fumo estratto da questa combustione di raffreddarsi sufficientemente per il consumo da parte del fumatore. Tipicamente ciò viene realizzato collegando una “ciotola” ad una sorta di “stelo” che estende e raffredda la miscela di fumo trascinata attraverso la massa organica combustibile.

Le Parti

L’ampia anatomia comprende in genere principalmente la ciotola e lo stelo. La ciotola che è il guscio esterno a forma di coppa, la parte tenuta in mano mentre si riempie, si tiene e si fuma la pipa, è anche la parte “abbassata” dall’alto in basso per allentare e rilasciare il tabacco esaurito. Durante l’aspirazione, lo stelo generale eroga il fumo dalla ciotola alla bocca dell’utente.

All’interno della ciotola c’è una camera interna che contiene del tabacco premuto sopra. Questo foro di pescaggio, è per il flusso d’aria in cui l’aria ha attraversato il tabacco nella camera, portando con sé il fumo, sul gambo. Alla fine del gambo, la mortasa e il tenone della pipa si uniscono è una connessione a tenuta d’aria, semplice di due parti staccabili dove la mortasa è un foro incontrato dal tenone, una “lingua” aderente a l’inizio dello stelo. Conosciuto come alesaggio, l’albero interno di questa seconda sezione rimane uniforme mentre il gambo esterno si assottiglia verso il boccaglio o la punta trattenuta nei denti del fumatore e termina infine nel “labbro”, attenuato per il comfort.

Tipi Diversi, Materiali Diversi

Le pipe si dividono in base ai materiali usati per farle. A base del materiale si ottengono forme specifice per alcuni e piu classice con altri.

  • Briar
  • Meerschaum
  • Argilla
  • Calabash
  • Pannocchia di Mais
  • Churchwarden
  • Sintetica
  • Metallo

 

I Materiali

Le ciotole delle pipe sono comunemente fatte di briar, Meerschaum, pannocchia o argilla. Meno comuni sono altri legni a grana densa come la ciliegia, l’ulivo, l’acero e la quercia. Sono stati utilizzati anche minerali come la pietra. A volte le ciotole per pipe sono decorate con intagli e le pipe in terracotta spesso hanno una semplice decorazione nello stampo. Materiali insoliti, ma ancora degni di nota, sono le zucche, come nella famosa pipa a fiaschetta, e la grafite pirolitica. Il metallo e il vetro sono materiali non comuni per le pipe per tabacco, ma sono comuni per le pipe destinate ad altre sostanze, come la cannabis. Lo stelo necessita di un lungo canale di costante posizione e diametro che lo attraversa per un corretto assorbimento, sebbene i filtri per pipe abbiano diametri diversi e possano essere fumati con successo anche senza filtri o adattatori. Poiché è modellata piuttosto che intagliata, l’argilla può costituire l’intera pipa o solo la ciotola, ma la maggior parte degli altri materiali ha steli fatti separatamente e staccabili. Gambi e pezzi di pipe per tabacco sono solitamente fatti di materiali modellabili come vulcanite, lucite, bachelite e plastica morbida. Meno comuni sono i gambi fatti di canne, bambù o pezzi di legno scavati. Le pipe costose una volta avevano steli fatti di ambra, anche se di questi tempi sono diventati molto rari.

L’uso della Pipa

I tabacchi per pipe  sono spesso trattati con cura e miscelati per ottenere sfumature di sapore non disponibili in altri prodotti a base di tabacco. Molte di queste sono miscele che utilizzano ingredienti di base di tabacchi variamente stagionati, arricchiti da tabacchi speziati, tra cui molte varietà orientali o balcaniche, Latakia (tabacco speziato di origine siriana), Perique (coltivato unicamente a St. James Parish, Louisiana) che è anche un vecchio metodo di fermentazione, o miscele di tabacco di origini africane, indiane o sudamericane. Tradizionalmente, molte miscele statunitensi sono fatte di American Burley con dolcificanti e aromi aggiunti per creare un sapore “aromatico”, mentre le miscele “inglesi” si basano su tabacchi naturali arricchiti con tabacco orientale e altri tabacchi naturali. Vi è una crescente tendenza verso i tabacchi “naturali” che traggono i loro aromi dall’unione artistica con i tabacchi speziati selezionati e da processi di cura attenti, spesso storicamente basati.

Il tabacco può essere acquistato in varie forme, che variano sia nel sapore (portando a molte miscele e opportunità per i fumatori di fondere i propri tabacchi) sia nella forma fisica e nelle dimensioni a cui il tabacco è stato ridotto. La maggior parte dei tabacchi da pipa sono meno miti del tabacco da sigarette, sostanzialmente più umidi e tagliati molto più grossolanamente. Il taglio troppo fine del tabacco non lascia passare abbastanza aria attraverso la pipa e il tabacco secco brucia troppo rapidamente con poco aroma. Il tabacco da pipa deve essere conservato in un contenitore ermetico, come un barattolo o una scatola sigillata, per evitare che si secchi.

Alcuni tabacchi sono tagliati in nastri lunghi e stretti. Alcuni vengono compressi in tappi piatti che vengono tagliati a scaglie. Altri sono strettamente avvolti in lunghe corde, poi tagliati nei dischi. Il tabacco è conservato nella sua forma a blocchi pressati e venduto in piccoli blocchi. Il tappo sarà tagliato a fette sottili dal fumatore e poi preparato in modo simile per scagliare il tabacco. Si considera che il tabacco in polvere mantenga il suo sapore meglio del tabacco strofinato o sfogliato. Il tabacco in scaglie (torte o corde a fette) può essere preparato in diversi modi. Generalmente viene strofinato con le dita e i palmi delle mani fino a quando non è abbastanza largo da essere imballato. Può anche essere sbriciolato o semplicemente piegato e infilato in un tubo. Alcune persone preferiscono anche tagliare i tabacchi molto grossolani prima di usarli, rendendoli più facili da impacchettare.

Riempimento

Nel metodo più comune di riempimento della pipa, il tabacco viene aggiunto nella ciotola della pipa in diversi lotti, ciascuno premuto fino a quando la miscela ha una densità uniforme che ottimizza il flusso d’aria (qualcosa che è difficile valutare senza pratica). Questo può essere fatto con un dito o con il pollice. Se deve essere allentato, è possibile utilizzare l’alesatore o un pin lungo. Un modo tradizionale di riempire la pipa è riempire la ciotola e poi pressare delicatamente fino a che la pipa e piena di circa 1/3 per intero, riempire di nuovo e pressare più saldamente fino a circa 2/3 della pipa, e in fine riempire più saldamente fino in cima.

Una tecnica di riempimento alternativa, chiamata metodo Frank, consiste nel far cadere leggermente il tabacco nella pipa, dopo di che una grande spina viene spinta cautamente nella ciotola in una sola volta.

 

Accensione

I fiammiferi sono spesso considerati preferibili agli accendini a causa della minore temperatura di combustione. Gli accendini al butano realizzati appositamente per le pipe emettono fiamme lateralmente o inclinate per rendere più facile dirigere la fiamma nella ciotola. Gli accendini a forma di torcia non devono mai essere usati per accendere una pipa perché le loro fiamme sono troppo calde e possono carbonizzare il bordo della vaschetta dela pipa. I fiammiferi dovrebbero essere lasciati bruciare per diversi secondi per consentire allo zolfo della punta di bruciare e lasciare al fiammifero produrre una fiamma completa. A un accendino a nafta dovrebbe essere permesso di bruciare qualche secondo per eliminare i vapori di nafta che potrebbero dare un sapore sgradevole al fumo. Quando una fiamma è stata prodotta, viene poi spostata in circoli sopra l’orlo della ciotola mentre il fumatore sbuffa per accendere la fiamma e accendere il tabacco. Il metodo di riempimento e l’umidità possono influire sulla frequenza con cui una pipa deve essere riaccesa.

Fumare la Pipa

Il fumo delle pipe, come il fumo dei sigari, di solito non viene inalato. Viene semplicemente portato in bocca, pompato intorno alle cavità orali e nasali per consentire l’assorbimento della nicotina verso il cervello attraverso le mucose e rilasciato. È normale dover riaccendere periodicamente una pipa. Se viene fumata troppo lentamente, ciò avverrà più spesso. Se viene fumata troppo velocemente, può produrre umidità in eccesso causando un gorgoglio nel tubo e una sensazione di disagio sulla lingua (denominata “lingua della pipa” o, più comunemente, “morso della lingua”).

Si può usare un pulitore per pipe per asciugare la ciotola e, bagnato con alcol, il canale interno. La ciotola della pipa può anche diventare molto calda a seconda del materiale e della velocità a qui si fuma. Per questo motivo, le pipe d’argilla in particolare sono spesso tenuti per il gambo.